Bielorussia : la via della seta, un vecchio corridoio commerciale per unire la Cina all'Europa dell'Est

È stato il presidente cinese Xi Jinping a parlare per la prima volta, durante una visita in Kazakistan lo scorso settembre, di una rivisitazione dell’antica via della seta che collegava commercialmente l’Europa all’Asia. 

In pochi mesi il progetto ha preso corpo ed è nato il Silk Road Economic Belt, un corridoio che unirà più strettamente, dal punto di vista economico e politico, la Cina ai Paesi dell’Europa dell’Est. 

Tra questi la Bielorussia si aspetta di ricavare tutti i vantaggi possibili dalla rinata via della seta. Grazie alla sua posizione strategica, il Paese reclama un posto di primo piano nel progetto. 

Il primo ministro bielorusso Mikhail Myasnikovich, in visita a Pechino, ha ricordato che la Bielorussia si trova “al crocevia di un’importante rotta commerciale, ponte tra il Mar Baltico e il Mar Nero e trait d’union tra la Russia e l’Unione Europea”. Myasnikovich ha anche aggiunto che il Paese è interessato in particolar modo a dare impulso al languente settore dei trasporti, dando vita, con l’aiuto cinese, a un centro di distribuzione logistica di primaria importanza. 

Dodici locomotive di nuova generazione sono già state importate dalla Cina e, in virtù di un recente accordo, altre 18 arriveranno nei prossimi mesi. Il primo ministro bielorusso ha poi dichiarato che la cooperazione bilaterale tra Cina e Bielorussia è entrata in una nuova fase sin dalla progettazione del China-Belarus Industrial Park, una zona economica speciale che sorgerà non lontano dall’aeroporto di Minsk e sarà votata principalmente allo sviluppo della produzione high-tech, biomedica e ingegneristica.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...